Stanchezza Mentale e Difficoltà di Concentrazione? 

La stanchezza mentale sembra essere una condizione abbastanza comune: siamo spesso sottoposti a continuo stress e ritmi di vita estenuanti che ci portano a manifestare i sintomi tipici di questa condizione come mancanza di energie e desiderio costante di dormire.  

Sembrerebbe che il nostro cervello, sottoposto ad uno stress prolungato, non riesca ad elaborare correttamente le varie informazioni: per questo manifestiamo i vari sintomi della stanchezza mentale e difficoltà di concentrazione. 

Quali sono i sintomi?  I primi sono sicuramente l’insonnia e altri disturbi del sonno: il cambiamento del ciclo veglia/sonno è una dei primi sintomi da considerare poiché impatta direttamente sulla nostra salute mentale ma anche sul nostro organismo e sul nostro metabolismo portandoci a essere in uno stato di continua spossatezza e irritabilità. 

Quali sono le cause?  Possono essere molteplici: scarso riposo soprattutto durante la notte che può essere causato a sua volta da stress, ansia e preoccupazioni, sforzi mentali eccessivi, un carico di lavoro troppo impegnativo, il cambio di stagione, l’alterazione del ciclo sonno-veglia o una dieta carente di vitamine e minerali. 

MANTENERE SANO IL CERVELLO CON LE VITAMINE: 

Tutto il gruppo B riunisce vitamine essenziali per mantenere sano il cervello: lvitamina B1 è chiamata anche “Tiamina” ed è presente in grandi quantità nel cervello e in tutti i tessuti nervosila B6 favorisce la formazione di neurotrasmettitori come la dopamina, l’epinefrina, la norepinefrina, il GABA e l’acetilcolina e facilita l’assorbimento della B12, una delle vitamine fondamentali per lo sviluppo cognitivo. La vitamina B9, conosciuta anche con il nome di “acido folico” o “folato”, svolge un importante ruolo per quanto riguarda l’acutezza mentale e il mantenimento delle funzioni cerebrali. La B12 completa il quadro delle vitamine del gruppo B, assolutamente necessarie per mantenere sano il cervello: la confusione mentale e i problemi con la memoria sono due dei segnali di allarme quando si ha una carenza di vitamina B12, indicando l’importanza della salute del cervello. 

Altre vitamine utili per la salute del cervello oltre alle vitamine B, sono le vitamine C e D sono importanti per una salute ottimale del cervello, in particolare la vitamina C gioca un ruolo nella produzione di neurotrasmettitori, tra cui la serotonina, che ha un’azione antidepressiva. La vitamina C ha anche dimostrato di migliorare il QI e la memoria e offrire protezione contro la degenerazione del cervello dovuta ad età e ictus. 

STANCHEZZA MENTALE E CONCENTRAZIONE: L’INTEGRAZIONE 

Alcune tipologie di integratori alimentari possono aiutare nel contrastare la stanchezza fisica e mentale, contribuendo a colmare stati di carenze vitaminica, minerale o nutritiva: oltre alle vitamine del Gruppo B anche l’assunzione di minerali quali magnesio, potassio,ferro, iodio e zinco può essere molto utile per supportare le prestazioni mentali. L’apporto di fosforo contribuisce alla normale funzione delle membrane cellulari ed è un elemento essenziale nell’assimilazione di vitamine del gruppo B e nel favorire la trasmissione degli impulsi nervosi e la concentrazione. 

Per il trattamento della stanchezza mentale possono essere utili anche alcuni estratti vegetali come Bacopa, ginkgo, ginseng, guaranà, estratto di centella asiatica, rodhiola, tutte sostanze utili da integrare per migliorare la circolazione cerebrale, la concentrazione e la memoria.  

Molto importanti per la memoria sono anche alcuni aminoacidi: l’acetil-L-carnitina combatte i radicali liberi nel sistema nervoso e protegge il cervello dall’invecchiamento precoce; inoltre promuove la formazione di acetilcolina, il più importante neurotrasmettitore che gioca un ruolo chiave nell’apprendimento e nella memoria a breve e lungo termineLa glutammina che svolge un’intensa attività stimolante a livello cerebrale, la colina, la fenilalanina, la tirosina, la metionina, la fosfoserinaInteressante è iSAMe (S-adenosilmetionina)un composto naturale prodotto nel corpo dalla combinazione dell’aminoacido essenziale metionina con l’adenosintrifosfato, importante per sintetizzare i neurotrasmettitori e “potenziare” l’attività di serotonina e dopamina.  La serotonina, detta anche “ormone della felicità“, ha la funzione di regolare il tono dell’umore e indurre il rilassamento;  la dopamina, invece, è collegata a sensazioni di appagamento e può stimolare la memoria e l’attenzione. 

QUALI SONO LE BUONE ABITUDINI DA SEGUIRE? I NOSTRI CONSIGLI 

È bene affrontare i periodi caratterizzati da stress e maggiore impegno psicofisico seguendo alcune importanti abitudini: 

Dormire almeno 8 ore a notte: una scarsa qualità del sonno a lungo andare può influire negativamente sulla memoria e la concentrazione. 

-Alcuni studi hanno messo in evidenza che una regolare attività fisica può avere effetti positivi anche sui livelli di attenzione: un po’ di quotidiano movimento, praticato senza eccessi, aiuta anche a combattere lo stress e può aiutare a dormire meglio. 

Evitare l’uso sconsiderato di caffeina (o di alte bevande eccitanti)il quale contribuisce all’aumento della temperatura del corpo, non aiutando realmente la mente a recuperare la concentrazione. 

-Concedersi delle pause frequenti: tendenzialmente, il cervello riesce a mantenere l’attenzione in modo ottimale, per non più di 40 minuti. Superato quest’arco temporale, sarebbe ottimale alzarsi dalla scrivania e fare una pausa di 10 minuti. 

Inoltre anche suddividere correttamente l’apporto di tutti i nutrienti nell’arco della giornata è fondamentale per le nostre “performance” mentali. 

Cosa mangiare per sostenere l’organismo in caso di stanchezza psico-fisica? Preferire cibi ricchi di vitamine e minerali soprattutto magnesio e potassio che favoriscono il riposo oppure contenenti ferro che contrasta l’anemia e gli stati di stanchezza. Prediligere frutta e verdura di stagione, cereali integrali quali il riso ricco in triptofano, un aminoacido precursore della melatonina, l’ormone del sonno. Inoltre, frutta, verdura, cereali, frutta secca, semi oleosi e germogli contengono vitamine del gruppo B, omega 3, acido folico, minerali e fibre utili per l’apporto di tutti gli elementi di cui il nostro organismo necessita per rimanere in salute e di componenti ad azione antiossidante. 

Ecco un confronto tra i principali e maggiormente utilizzati integratori che troviamo in commercio per migliorare la concentrazione. 

Acutil Fosforo (asparagina, fosfoserina, N-acetil L-glutamina e vitamina B6) integratore alimentare per supportare il corpo e la mente in momenti di stanchezza mentale e grande stress fisico; 

Acutil Lavoro (Papaya FermentataEleuterococco, DL-fosfoserina, N-acetil-L-Glutammina, Vitamina B6 e B2) integratore formulato per combinare fosfoserina e n-acitil– glutammina, elementi per supportare la mente; 

Be-Total Mid Plus – contiene vitamine del gruppo B con Fosfoserina e Glutammina che aiutano il metabolismo, migliorando la concentrazione e la memoria; 

Mag Mente Attiva – integratore a base di magnesiofosfoserina, centella asiatica, vitamina B5, caffeina per supportare la propria mente in periodi di forte stress dati da intensi ritmi di lavoro o studio; 

Sustenium Memo Fosforo  a base di eleuterococcofosfoserina, glutammina, vitamina B6 

Hai bisogno di alcuni chiarimenti? Raccontaci la tua esperienza nei commenti o scrivendo a info@chiediloalfarmacista.it

Vuoi ricevere gli articoli del nostro blog in anteprima direttamente sulla tua casella di posta elettronica? Clicca qui

“L’utilizzo smodato e inconsapevole dei motori di ricerca nel vano tentativo di automedicarsi può avere effetti indesiderati, anche gravi. Ascolta attentamente il tuo medico e il tuo farmacista, non è nocivo!”

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.