Ledum Palustre: quali benefici contro le zanzare?

Ledum Palustre

Il ledum palustre è definito anche rosmarino selvatico, ed è una pianta aromatica della famiglia delle Ericacee che cresce solitamente su terreni paludosi o molto umidi, conosciuto e utilizzato per le sue proprietà repellenti contro le zanzare, ma non solo!

Come agisce il Ledum Palustre?

Ledum Palustre agisce chimicamente alterando la composizione chimica del sudore ed il conseguente odore, per cui le zanzare non vengono attratte, anzi, questo risulta molto sgradevole per gli insetti che si allontanano.

Ma non c’è da preoccuparsi: l’odore particolarmente sgradevole sarà percepito tale solo da questi fastidiosi insetti!

Già nell’antichità il Ledum Palustre era considerato un’insetticida naturale. Ad esempio in Finlandia si utilizzavano le foglie secche di questa pianta, si riducevano in polvere e poi si aggiungeva un po’ di birra per conservarlo più a lungo.

In tempi moderni è stato sdoganato dall’omeopatia e con le dovute diluizioni è entrato a far parte dei rimedi riequilibranti, con particolare impiego come antizanzare per uso interno.

Come lo troviamo in commercio?

GLOBULI PER USO INTERNO, disponibile in diverse diluizioni fino alla 200 CH

Un esempio è il Ledum Palustre 200CH Globuli Monodose della Boiron, un prodotto omeopatico in globuli, da assumere in caso di stati infiammatori come:

  • artriti
  • infiammazioni a livello articolare,
  • fenomeni di stasi venosa,
  • comparsa di capillari visibili,
  • sensazione di pesantezza agli arti inferiori e alle caviglie,
  • edemi
  • distorsioni, ma anche condizioni di flogosi articolare e reumatismi.

L’assunzione dei globuli di Ledum Palustre 200CH è consigliata anche in caso di gotta, eruzioni cutanee e sensazione di fastidioso prurito agli arti inferiori.

Ma questo prodotto omeopatico viene utilizzato soprattutto per combattere le tanto odiate punture di zanzare, per le quali risulta essere un rimedio eccellente.

Può essere assunto in una dose unica, una volta al giorno, possibilmente lontano dai pasti: i granuli devono essere disposti sotto la lingua e non bisogna maneggiarli prima dell’assunzione.

I primi risultati emergono dopo qualche giorno di assunzione. Deve essere preso, infatti, con largo anticipo rispetto all’estate e alla comparsa di questi insetti.

Per una generica protezione dalle zanzare nella stagione estiva si può assumere a partire da maggio e fino al momento in cui questi insetti smettono di proliferare (generalmente settembre).

PRODOTTI FITOTERAPICI: anche la fitoterapia ne sta facendo largo uso in preparati topici come creme o spray repellenti da applicare al bisogno per allontanare le zanzare.

Si possono trovare prodotti realizzati con solo Ledum Palustre oppure in cui si miscelano insieme ad esso altre piante dall’azione repellente come la citronella, il basilico, l’eucalipto, utilizzabili anche per la pelle delicata di bambini!

Hai bisogno di alcuni chiarimenti? Raccontaci la tua esperienza nei commenti o scrivendo a info@chiediloalfarmacista.it

Vuoi ricevere gli articoli del nostro blog in anteprima direttamente sulla tua casella di posta elettronica? Clicca qui

“L’utilizzo smodato e inconsapevole dei motori di ricerca nel vano tentativo di automedicarsi può avere effetti indesiderati, anche gravi. Ascolta attentamente il tuo medico e il tuo farmacista, non è nocivo!”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.