Cosa sono le Verruche e come si trasmettono?

Le verruche sono lesioni proliferative benigne della cute e delle mucose e rappresentano la manifestazione più comune causata dal papillomavirus umano (HPV).

Si possono distinguere diverse tipologie di verruche:

  • verruche comuni o volgari (dette anche porri)
  • verruche piane (dette anche giovanili); più piccole e numerose, compaiono principalmente sul dorso delle mani e sul viso;
  • verruche plantari, che si presentano sulla pianta del piede
  • verruche ano-genitali o condilomi.

Come si trasmettono le Verruche

Il virus si trasmette per contatto diretto o indiretto, o con oggetti contaminati, e la sua penetrazione è favorita dall’alterazione della barriera epiteliale.

È possibile anche l’auto-inoculazione con diffusione delle lesioni in varie parti del corpo.

Le verruche sono più frequenti nelle mani, pianta dei piedi, ginocchia e gomiti ma possono comparire anche su viso, contorno ungueale e a livello genitale.

Come si riconoscono?

Generalmente queste infezioni si presentano come papule ben circoscritte caratterizzate da superficie irregolare e ruvida al tatto, grandezza variabile e forma rotondeggiante.

In genere non sono dolorose, tranne quelle plantari, che possono causare dolore durante il cammino, e quelle periungueale che possono diffondersi sotto l’unghia separandola dal letto ungueale.

Più del 50% delle verruche guarisce spontaneamente nel giro di 2 anni senza trattamento.

Il trattamento invece può essere indicato nei pazienti con lesioni diffuse o con verruche sintomatiche o che persistono da più di 2 anni.

Quali sono i trattamenti?

Il trattamento può essere sia di tipo distruttivo con metodiche come la crioterapia, l’elettrocoagulazione o il raschiamento, oppure di tipo topico, con l’utilizzo di sostanze come l’acido salicilico, da applicare direttamente sulla verruca.

TRATTAMENTI CHERATOLITICI

L’applicazione giornaliera di formulazioni o cerotti a base di acido salicilico è il trattamento di prima scelta.

TRATTAMENTO CRIOTERAPICO

Il processo di congelamento fa sì che dopo 10-14 giorni dal trattamento della verruca essa cada lasciando la nuova pelle sana.

*La prevenzione è possibile mediante l’adozione di adeguate norme igieniche e di comportamento.

Per evitare l’insorgenza delle verruche è bene:

  •  evitare il contatto diretto con le verruche altrui o con le proprie
  •  curare particolarmente lo stato di igiene della pelle
  •  evitare di condividere oggetti “a rischio” di contagio come asciugamani, accappatoi e oggetti
  •  per prevenire le verruche plantari occorre utilizzare ciabatte o infradito personali nel percorso piscina/doccia/ palestra.

Hai bisogno di alcuni chiarimenti? Raccontaci la tua esperienza nei commenti o scrivendo a info@chiediloalfarmacista.it

Vuoi ricevere gli articoli del nostro blog in anteprima direttamente sulla tua casella di posta elettronica? Clicca qui

“L’utilizzo smodato e inconsapevole dei motori di ricerca nel vano tentativo di automedicarsi può avere effetti indesiderati, anche gravi. Ascolta attentamente il tuo medico e il tuo farmacista, non è nocivo!”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.