COME RAFFORZARE IL SISTEMA IMMUNITARIO?

Cellule, tessuti e organi linfatici collaborano tra di loro formando una rete che difende il nostro organismo da attacchi di invasori esterni in grado di causare infezioni e malanni di stagione: è il nostro sistema immunitario 

Le cause che fanno abbassare le nostre difese immunitarie possono essere patologiche e non patologiche. Le cause patologiche indeboliscono o distruggono i globuli bianchi e hanno origine da un’alterazione del sistema immunitario. Le cause non patologiche hanno spesso origine dallo stile di vita e possono essere: stress, carenza di vitamina B12, uso di antibiotici, freddo e cambio di stagione. 

Queste difese naturali vanno d’altra parte sempre tenute in forzaè necessario quindi adottare uno stile di vita sano in quanto è scientificamente provato che avere abitudini alimentari salutari protegge l’organismo da molte malattie e da molti disturbi corporei.  Innanzitutto, deve diventare una consuetudine seguire un’alimentazione corretta e consumare frequentemente frutta, verdura, cereali integrali e yogurt a cui magari associare l’assunzione di probiotici (fermenti lattici), è anche utile limitare il consumo di cibi grassi. Utilissima è anche la frutta secca ricca di vitamina E che aiuta le cellule a rispondere al meglio a un’infezione virale. 

Nonostante tutto, spesso non basta ciò e possono dunque verificarsi carenze di micronutrienti che sono la causa di un abbassamento delle difese immunitarie: in questo caso un integratore può aiutarci dunque a tenerle in buona salute. 

Quali integratori quindi dobbiamo prediligere? Vediamo insieme le sostanze che più di altre svolgono un’azione di rafforzamento del sistema immunitario.  

  1. ECHINACEA: è considerata la pianta dall’azione immunostimolante per eccellenza; la sua attività sembra essere imputabile alle glicoproteine e ai polisaccaridi presenti nella pianta. In particolare è in grado di potenziare l’azione dei globuli bianchi nella lotta ai batteri e virus, è quindi utile particolarmente per contrastare sindromi influenzali o febbrili, soprattutto quanto sono le vie respiratorie superiori ad essere interessate. L’echinacea oltre alle proprietà antivirali, antibatteriche e antiossidanti agisce sull’organismo anche con azione antinfiammatoria grazie agli acidi grassi in essa contenuta. Inoltre si è rivelata efficace anche contro agenti patogeni più gravi come ad esempio i funghi (candida albicans), esplicando anche un’azione antifunginea 

Ma…l’echinacea va usata con accortenzaÈ sconsigliata a chi assume farmaci immunosoppressori o soffre di malattie autoimmuni, perché potrebbe aggravare la malattia stimolando troppo il sistema immunitario.  In gravidanza e in allattamento non va usata. 

Come usare l’echinacea? 

Nelle forme acute, ovvero situazioni che in genere non richiedono l’uso di antibiotici, l’echinacea va data al bambino sin dai primi momenti del disturbo e la sua somministrazione può essere protratta per almeno una decina di giorni. Per la prevenzione delle infezioni si usa in genere a cicli. Il primo deve avere la durata di 20-30 giorni e deve essere seguito da una pausa di 15 giorni. L’intervento preventivo può continuare per qualche mese alternando 15 giorni di somministrazione a 15 giorni di pausa. Per i più piccoli possono essere utilizzati gocce e sciroppi (assolutamente senza alcol), mentre per i bambini più grandi e gli adulti esistono compresse, capsule e opercoli. 

 

 

  1. UNCARIA: forse meglio conosciuta come “unghia di gatto” è una pianta rampicante da sempre utilizzata nella medicina popolare. Ad essa vengono ascritte proprietà immunomodulanti e di supporto del sistema immunitario. Secondo alcuni studi, infatti, gli alcaloidi ossindolici contenuti nell’uncaria sono in grado di stimolare la produzione di interleuchine (particolari proteine secrete da cellule del nostro sistema immunitario) a livello alveolare, contribuendo quindi a rafforzare le difese dell’organismo.  La pianta inoltre gode di proprietà antiinfiammatorie e antiossidanti, utili per proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi. 

 

  1. ASTRAGALO: è il nome comune con cui si identificano diverse piante appartenenti al genere Astragalus. Si tratta di piante perenni che possono raggiungere anche 2 metri di altezza.  L’astragalo ha dimostrato di possedere proprietà immunostimolanti- confermate da diversi studi- che si espletano attraverso differenti meccanismi d’azione, quali l’incremento della proliferazione e dell’attività dei linfociti B e T e l’aumento dell’attività svolta dai macrofagi. Dell’astragalo risultano molto interessanti anche le proprietà epatoprotettive ed antiossidanti. 

 

  1. ACEROLA: (nome scientifico Malpighia punicifolia) è una pianta sempreverde originaria del Messico, nota per il suo alto contenuto di vitamina C. Grazie al gran quantitativo di questa vitamina, gli integratori a base di questa pianta vengono largamente usati in tutti quei casi in cui è necessario un adeguato apporto di vitamina C, come può capitare in caso di malattie da raffreddamento , sindromi influenzali, periodi di convalescenza. Nella piante, inoltre, sono contenuti anche buoni quantitativi di provitamina A (all’incirca quanto le carote), di vitamine del gruppo B (in particolare acido pantotenico) e di bioflavonoidi e tannini. Tra i sali minerali sono ben rappresentati calcio, ferro e magnesio. 

 

  1. ROSA CANINA: in maniera analogo all’ acerola, la rosa canina è molto nota per il suo alto contenuto di vitamina C che la rende un altro rimedio naturale potenzialmente utile nell’incrementare le difese naturali dell’organismo.  

 

  1. VITAMINA C: grazie alla sua marcata azione antiossidante, la vitamina C (nota anche come acido ascorbico) neutralizza i radicali liberi e le altre specie reattive dell’ossigeno (ROS) prodotte dal normale metabolismo energetico, ma soprattutto dalle cellule del sistema immunitario mentre combattano i microorganismi patogeni. In questo modo la vitamina C evita i danni tipicamente prodotti da queste molecole nocive. L’azione antiossidante della vitamina C, è ulteriormente amplificata dalla sua capacità di rigenerare la vitamina E dalla sua forma ossidata, permettendo così di avvantaggiarsi anche degli effetti antiossidanti di questo secondo micronutriente essenziale. In aggiunta, alcuni studi hanno dimostrato che la vitamina C stimola la funzionalità di alcune cellule del sistema immunitario, come neutrofili, macrofagi e linfociti. Da non dimenticare infine che la vitamina C, intervenendo nella biosintesi del collagene, proteina strutturale di pelle e cartilagini, contribuisce all’integrità della pelle stessa, prima linea di difesa del nostro organismo, e favorisce la guarigione delle ferite. 

 

  1. ZINCO: è un metallo importante per il nostro benessere e appartiene alla categoria dei “minerali in traccia”, ovvero che sono presenti in piccola quantità nei tessuti corporei. Nel corpo umano sta alla base di processi biochimici vitali. La quantità di zinco presente nell’organismo varia tra 1,5 e 2,5 grammi. Si trova principalmente nelle cellule di organi come fegato, pancreas e reni, nella retina degli occhi e nei tessuti di muscoli, epidermide, ossa, unghie e capelli; in concentrazioni minori è presente anche nei neuroni, nello sperma, nel plasma, nei globuli rossi e bianchi. Elemento costitutivo delle strutture di enzimi che traducono le istruzioni di DNA e RNA; oltre che nella formazione di proteine indispensabili per alcune importanti funzioni cellulari, come la respirazione, nonché lo sviluppo e la differenziazione cellulare. Le principali funzioni dello zinco riguardano il corretto funzionamento del sistema immunitario (stimolando il corretto funzionamento del timo), soprattutto contro virus influenzali e infezioni batteriche. Ecco perché lo zinco è utile per curare sintomi da raffreddamento e affezioni alle vie respiratorie. 

 

In quali integratori possiamo trovare queste sostanze? 

 

Ecco alcuni esempi 

SUPRADYN DIFESEfonte di vitamina C, vitamina D e zinco.  

Disponibile nei formati:  

-15 compresse effervescenti per adulti: 1 compressa effervescente al giorno in un bicchiere d’acqua 

-25 caramelle gommose per bambini dai 4 anni in su: da 1 a 3 compresse al giorno   

BE-TOTAL IMMUNO PROTECTION: complesso di vitamine BZinco, Echinacea e.s. , Acerola e.s., acido folico, acido pantotenico, Niacina 

Disponibile nei formati:  

-14 bustine effervescenti per adulti e bambini dai 12 anni in su: 1 bustina al giorno da sciogliere in acqua 

MASSIGEN PRONTO DIFESAIntegratore alimentare a base di Pappa Reale, Vitamine A, C, E, Zinco, estratti di Echinacea, Sambuco 

Disponibile nei formati: 

-14 flaconcini: 1 flaconcino al giorno a stomaco vuoto, da assumere preferibilmente al mattino. Dai 6 anni di età. 

-20 capsule: 1 o 2 capsule al giorno a stomaco vuoto, da assumere preferibilmente al mattino. Dai 14 anni. 

-20 compresse effervescenti: 1 compressa al giorno sciolta in 150 ml d’acqua. Assumere dai 6 anni di età. 

POLASE DIFESA INVERNO: Vitamina C, vitamina D, Zinco, Magnesio e Potassio, Vitamina B2 e Manganese 

Disponibile nei formati: 

-14 o 28 bustine effervescenti: 1 bustina al giorno da sciogliere in un bicchiere d’acqua per adulti. 

IMMUNIFLOR: a base di EchinaceaUncaria, Zinco e Vitamina C. 

Disponibile nei formati: 

-30 capsule da assumere 1 al giorno  

Hai bisogno di alcuni chiarimenti? Raccontaci la tua esperienza nei commenti o scrivendo a info@chiediloalfarmacista.it

Vuoi ricevere gli articoli del nostro blog in anteprima direttamente sulla tua casella di posta elettronica? Clicca qui

“L’utilizzo smodato e inconsapevole dei motori di ricerca nel vano tentativo di automedicarsi può avere effetti indesiderati, anche gravi. Ascolta attentamente il tuo medico e il tuo farmacista, non è nocivo!”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.